Castelfranco Veneto (TV) approva il sostegno al Plebiscito per l’indipendenza del Veneto

Print Friendly

Castelfranco_Veneto-StemmaIl consiglio comunale di Castelfranco Veneto (TV) ha approvato ieri sera 17 ottobre 2013 il sostegno alla proposta di legge referendaria, per la convocazione del Plebiscito 2013 per l’indipendenza del Veneto.

Castelfranco Veneto è il 112° comune veneto che registriamo ad approvare la legge referendaria.

Castelfranco Veneto, comune di 33.707 abitanti, è il 26° della provincia di Treviso ad approvare il progetto per il Plebiscito 2013, dopo Segusino, Resana, Montebelluna, Quinto di Treviso, Vedelago, Volpago del Montello, Zero Branco, Villorba, San Vendemiano, Vidor, Castello di Godego, Morgano, Paese Santa Lucia di Piave, Vittorio Veneto, Valdobbiadene, Sernaglia della Battaglia, Castelcucco, Riese Pio X, Refrontolo, Susegana, Chiarano, Miane, Loria, Codognè.

Plebiscito2013.eu

6 risposte a “Castelfranco Veneto (TV) approva il sostegno al Plebiscito per l’indipendenza del Veneto”

  1. caterina ha detto:

    ogni mattina apro questo sito sperando di leggere notizie come questa…che gioia ogni volta…mando da lontano un grosso applauso e un abbraccio!
    Spero sempre che si scuota anche la provincia di Belluno..che non si capische se è silenziona perchè in attesa o scettica…
    Ma i Sindaci che vedo talvolta felici di fasciarsi di tricolore non sentono l’orgoglio di condurre la loro gente verso la libertà? Perchè non si uniscono ai 112 loro colleghi che vogliono il Referendum per non esser più schiavi di Roma, ma liberi di costruire un destino migliore che i Veneti meritano e sanno sicuramente realizzare, se riuscissero a sfuggire alla piovra statale romana che li soffoca…
    Castellavazzo ha aperto la serie dei comuni virtuosi, ed è rimasto in cima, solitario…perchè altri non lo seguono? I Veneti si aspettano che vi uniate, e siatene sicuri, la vostra specificità dolomitica ne risulterà potenziata e sarete una punta di diamante di una terra a cui tutti nel mondo guardano.
    Insieme saremmo fortissimi.. Bellunesi,.fataci sentire che siete con noi!

    • Andrea ha detto:

      Belluno non vuole partecipare perchè vuole diventare regione dolomitica a sè stante. Siccome è stata presa in giro anche da Venezia e dal consiglio regionale per aspetti che riguardano problematiche montane. Vi accorgete adesso che non vogliono partecipare ?

      • caterina ha detto:

        dalla Regione di oggi a Belluno non arriverà niente perchè arranca e pende dalle briciole in soldi e attenzione di Roma, mentre dalla nuova Repubblica Veneta avrà tutta l’autonomia che desidera perchè essa saprà rispettare tutte le specificità deli territori favorendone il massimo sviluppo e la loro espressione piena, perchè sarà interesse di tutti, i locali e i vicini che siamo tutti noi.

      • Carla ha detto:

        Il problema è che molti bellunesi sembrano vivere solo sull’oggi senza ipotizzare il futuro.Poi succedono disastri come il Vaiont e solo allora anche i montanari si rendono conto che non sono considerati come cittadini dall’Italia ma come gente sacrificabile per gli affari statali.Mi dicono che le famiglie delle vittime del disastro devono ancora ricevere gli indenizzi per tutti i danni e lutti che hanno subito.

      • Carla ha detto:

        Se tre province VI-VR-TV su sette fanno da sole il 70% dei comuni referendari un motivo c’è.E’ la sensibilità della gente alle sue origini venete che fa la differenza.Ci sono veneti veri e veneti solamente opportunisti.Mi dicono che la provincia di Belluno ha più comuni delle altre province prese una alla volta eppure un solo comune ha aderito alla proposta legge Valdegamberi.

  2. Thomas ha detto:

    Tra i bellunesi c’è grande disillusione purtroppo… addirittura superiore rispetto ad altre zone del Veneto (dove comunque non ce n’è poca!).
    Ci vorrebbero segnali che diano speranze concrete anche a quelle zone e le faccia accodare ad Asiago, Gallio, Roana (e presto a tutto l’Altopiano dei 7 comuni) in questa battaglia che è anche a difesa delle nostre montagne.
    Io, come Caterina, cerco ogni mattina la notizia di qualche nuova amministrazione illuminata… e aspetto con ansia di vedere scritto Feltre, Belluno, Cortina, Sappada ecc…

    PER ASPERA AD ASTRA!

    Thomas

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: