Gianluca Busato: “l’indipendenza del Veneto è un evento naturale”

Print Friendly
incorporato da Embedded Video

Schermata 2013-08-05 alle 15.49.37Zero Branco, Villa Guidini, 29 luglio 2013. Video dell’intervento di Gianluca Busato (Plebiscito2013.eu). Il Veneto si prepara al Plebiscito 2013: “Vuoi che il Veneto diventi una Repubblica indipendente e sovrana? Si/No”. Sono intervenuti i seguenti relatori, che si sono confrontati esponendo tesi diverse in merito al dibattito post-indipendenza.
Moderatore: Fabio C. Fioravanzi
Relatori:
– prof. Paolo L. Bernardini, docente di storia all’università dell’Insubria,
– prof. Andrea Favaro, membro della Commissione regionale dei Giuristi sul referendum di indipendenza,
– ing. Gianluca Busato, Plebiscito2013.eu
– dott. Loris Buso, presidente del consiglio comunale di Villorba, in rappresentanza dei sindaci della lega nord,
– Giuseppe Gandin, Presidente nazionale Turismo Verde C.I.A. (confederazione italiana agricoltori)

ospite: Mirko Feston, sindaco di Zero Branco (primo comune di centro-sinistra ad avere approvato un ordine del giorno a sostegno del progetto di legge regionale 342).

2 risposte a “Gianluca Busato: “l’indipendenza del Veneto è un evento naturale””

  1. caterina ha detto:

    purtroppo il 30 luglio è andata buca… e forse anche senza un rimando preciso..il che può davvero portarci alle calende greche…a meno che la pressione dei comuni che continuano ad appoggiare l’indizione del referendum promesso con la 342 abbia valore per costringere a mettere in calendario l’argomento…ma se ci hanno messo in balia della burocrazia italiota siamo freschi… a meno che non nasca un’iniziativa questa volta sì per delibarare da parte dei coniglieri, sempre che nel frattempo non abbiano fatto altri calcoli di convenienze personali… c’è da aspettari di tutto!

  2. caterina ha detto:

    rileggo e chiedo scusa…volevo dire “consiglieri”…e non è un lapsus, è proprio che la tastiera del mio computer vuole sulla esse una pressione maggiore..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: