Nove (VI) sostiene il Plebiscito per l’indipendenza

Print Friendly

Nove_(Italia)-StemmaNove (VI): il consiglio comunale del 15 Novembre 2013 ha approvato il sostegno alla proposta di legge referendaria, per la convocazione del Plebiscito 2013 per l’indipendenza del Veneto.

Nove diventa così il 140° comune Veneto che registriamo ad aver approvato la legge referendaria.

Il comune di Nove ha 5.070 abitanti ed è il 39° comune della provincia di Vicenza ad approvare il progetto indipendentista, dopo (in ordine alfabetico): Albettone, Altavilla Vicentina, Arcugnano, Arzignano, Asiago, Barbarano Vicentino, Bassano del Grappa, Breganze, Cassola, Castelgomberto, Cismon del Grappa, Chiampo, Cornedo Vicentino, Foza, Gallio, Grancona, Longare, Malo, Mason, Vicentino, Montecchio Maggiore, Monticello Conte Otto, Mussolente, Nogarole Vicentino, Orgiano, Piovene Rocchette, Posina, Roana, Romano d’Ezzelino, Rosà, Rossano Veneto, Rotzo, Schiavon, Sossano, Tezze sul Brenta, Trissino, Velo d’Astico, Villaverla, Zanè.

Plebiscito 2013

 

Libero Professionista. Mi impegno a realizzare prodotti gradevoli, curando i dettagli fino alla follia. Gnu Linux ed open source dipendente.

2 risposte a “Nove (VI) sostiene il Plebiscito per l’indipendenza”

  1. Thomas ha detto:

    Che onta per Cartigliano farsi precedere da Nove!!! :p
    Dai Germano (Rachella), cercate almeno di mettere una pezza quanto prima a questa mancanza (il pensiero della stragrande maggiornanza dei tuoi compaesani lo conosci bene, no?).

    PER ASPERA AD ASTRA!

  2. CrisV ha detto:

    Area bassanese e area altopianese, fortemente correlate tra loro, anche perchè esse detengono un tribunale in comune. Plebiscitariamente parlando, queste due macrorealtà sono : OVER THE TOP !!!

    Imparasse l’intera area regionale, da questi numerosi comuni territoriali, fortemente coesi nella determina favorevole al referendum plebiscitario.

    Imparasse il bellunese ( salvo le due eccezioni comunali aderenti ), da area montanara, ad area montanara ( altopiano dei sette comuni ) come si convince il proprio sindaco, ad aderire al nostro plebiscito referendario.

    Thomas, oltre a Cartigliano manca all’appello Marostica.
    Questa per me è una profonda delusione, ancora maggiore della prima.
    In Marostica, abbiamo anche dei seguaci attivisti, che hanno co-fondato la ” busia ” e altri notiziari web.
    Il più importante tra essi, è espatriato in Norvegia. per cercare un lavoro equamente remunerato.
    Ecco cosa garantisce l’Italia a noi Veneti……..l’espatrio forzoso !!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: