Pioggia di capitali da tutto il mondo per le imprese Venete con l’indipendenza

Print Friendly

ivano-durante-300x224L’indipendenza avrà un effetto rigenerante per le aziende Venete. La riduzione della tassazione sul reddito d’impresa, sul reddito da lavoro e l’eliminazione di tutti quei lacci legislativi e burocratici che frenano l’attività di impresa stimolerà moltissimi investitori esteri a scegliere il Veneto come area di investimento.
Il Veneto ha una storia imprenditoriale straordinaria riconosciuta in tutto il mondo, menti creative, attitudine all’innovazione. Una volta liberi diventeremo una specie di oggetto dei desideri per gli investitori di tutto il mondo (compresi quelli italici come ad esempio quelli lombardi).
Nel Veneto di oggi spesso ci sono le idee, le intuizioni, ma manca il capitale per finanziarle, oppure ci sono imprese che avrebbero semplicemente bisogno di una iniezione di liquidità per ritornare competitive sul mercato. L’indipendenza del Veneto creerà una serie di meccanismi virtuosi che in poco tempo ci riporteranno nei posti d’onore che ci competono. I capitali provenienti dall’estero andranno a finanziare idee innovative ed imprese capaci di creare valore, attraverso l’investimento diretto nel capitale sociale (Private Equity). L’investitore istituzionale, oltre che mettere in gioco il suo denaro offrirà all’impresa conoscenze ed esperienze gestionali oggi ancora poco diffuse in Veneto e potrà essere il mezzo di connessione per accedere a nuovi mercati ed opportunità. L’apporto di capitale privato significa riportare in equilibrio finanziario l’azienda che vede ridursi il rapporto debiti bancari/mezzi propri con un conseguente miglioramento del rating e riduzione degli oneri finanziari. E le banche? Ne beneficeranno come sempre. La maggior solidità delle imprese vedrà come conseguenza una riduzione del costo di accantonamento a patrimonio di vigilanza, secondo quelli che sono le attuali regole di risk management del sistema bancario.
Sintetizzando: minori tasse e vincoli legislativi porteranno ad una esponenziale crescita dell’interesse degli investitori istituzionali per le nostre imprese. L’investitore offrirà capitale fresco ma anche capitale intangibile come know how gestionale e contatti commerciali utili. Il nuovo capitale in azienda migliorerà i ratings e ridurrà gli oneri finanziari, si dipenderà meno dalle banche. Le banche stesse beneficeranno di questo processo per la sopraggiunta minore rischiosità dell’area economica.

Ivano Durante
Plebiscito2013.eu

2 risposte a “Pioggia di capitali da tutto il mondo per le imprese Venete con l’indipendenza”

  1. pierin ha detto:

    tasse al 25% come in carinzia
    niente bollo auto
    benzina e gasolio con meno accise
    chi evade se ne sta al fresco senza se e senza ma almeno 2giorni anche per un scontrino da bar non fatto …
    Iva secca al 20

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: