Primi 100 comuni veneti per il Plebiscito: il video

Print Friendly
incorporato da Embedded Video

Video con i primi 100 Comuni veneti che hanno approvato l’ordine del giorno a favore del Progetto di Legge n. 342/2013 depositato in Regione Veneto per l’indizione del Referendum per l’INDIPENDENZA del VENETO.

Schermata 2013-10-06 alle 11.42.58

6 risposte a “Primi 100 comuni veneti per il Plebiscito: il video”

  1. Zarlino ha detto:

    Ma no si mia riusii a catar un letor veneto? Porca vaca!

  2. CrisV ha detto:

    Forse te volevi dire de catare un letore che se esprimese in lingua Veneta ?

    Sta qua la xè na piataforma ( PB2013 ), che la ciapa drio in modo trasversale e apartitico ogni omo e dona, che se riconose nel dirito del popolo Veneto de stabilire el so referendum par l’indipendensa.

    Dovemo quindi farse capire in modo ciaro, da qualsiasi persona che se riconose in sto principio e la lingua ( o dialeto ) più comprensibile e condiviso xè queo italian.

  3. caterina ha detto:

    anca mi crede che le vero che doven preservar la nostra lingua veneta, e no permeter che la vegna usada solo quando che se trata de farne far in teevision la figura de scemi, ma bisogna anca pensar che l’evolusion de tutti i dialeti che le popolasion de la penisola i parlava in una lingua che tutti i podeva usar e capir lè stat un proceso lento e natural, per cui no dovemo demonixar la lingua italiana perchè le un patrimonio comune chel fa parte anche dea nostra civiltà e no lè patrimonio deo stato talian ma anca nostro, come che lè dei napolitani o siciliani o bergamaschi… insoma, doven sì rivendicar e conservar quel che lè tipico nostro, ma no doven butar via quel che nel tempo aven contribuì a far anche noaltri pensando chel sia de naltro stato, perchè no lè cussì, nè per la lingua, nè per la musica, nè per l’arte… lè lo stato italian che dove butar via, no el patrimonio dea nostra civiltà.

  4. Zarlino ha detto:

    Guardate che non avete capito! Se guardate il video con la lettura dell’elenco dei Comuni virtuosi, sentirete storpiare la pronuncia di più di un nome. Per esempio Abano, letto Abàno. Sic.
    Coando ke go sentio ste storpiature me xe vegnuo in mente i letori Rai: ignoranti, racomandai e, ghe xontaria, superpagai par difondar ignoransa!
    Scuxeme ma me vien i nervi coando ke sento ste robe.
    Sentirle pò dal nostro sito…
    Par coe£o a go dimandà se no se podeva catar un letor pi coreto. Veneto, in tel senso che nol gavaria storpià i nomi Veneti.
    Per quanto riguarda poi la lingua italiana io la amo moltissimo (sono un appassionato di Dante!); come pure amo le altre lingue che conosco.

    • caterina ha detto:

      ho capito da dove partiva la reazione e hai ragione che sentir storpiato con l’accentuazione sbagliata il nome del proprio paese suona offensivo comunque, per chi ci abita e per chi lo conosce, e almeno per il rispetto che si deve al pubblico, grosse reti o televisioni private che siano, dovrebbero mettersi in testa che sono errori che non si devono assolutamente fare, e sinceramente ci vuol anche poco…basta informarsi prima e non andare avanti con la presunzione propria di chi si trova un microfono in mano o la scena puntata su di lui, per cui crede che tutto gli possa esser perdonato. No, i nomi dei paesi o città, come i nostri personali, non si storpiano!.

  5. CrisV ha detto:

    Scusate amici,

    Mi sembra che stiamo discutendo per nulla.
    Nel senso che la voce del filmato, sono quasi certo sia stata creata con il campionatore elettronico.
    Non penso sia la voce di una speaker.

    😉

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: