Tosi supera Zaia e accelera verso l’indipendenza: Verona approva sostegno al Plebiscito 2013

Print Friendly

pb2013-lodo-mauro-tosiStorica decisione del Consiglio Comunale di Verona. Pizzati: “se Tosi fosse al posto di Zaia  avremo già l’indizione del referendum per l’indipendenza del Veneto”

Il Consiglio Comunale della città scaligera riunito oggi presso la Sala consiliare Renato Gozzi di Palazzo Barbieri ha approvato l’Ordine del giorno n. 285, con 20 voti favorevoli 8 contrari e 2 astenuti, sollecitando il Consiglio Regionale del Veneto a votare quanto prima la proposta di legge regionale n. 342 per l’indizione del referendum per l’autodeterminazione del Veneto. L’ordine del giorno per l’indipendenza del Veneto aveva come primo firmatario la consigliere comunale Barbara Tosi e come altri firmatari i consiglieri comunali Marco Bacchini, Massimo Piubello, Antonia Pavesi, Francesco Spangaro, Alberto Zelger, Marisa Brunelli, Filippo Rando, Vittorio Di Dio, Luca Zanotto, Andrea Sardelli, Rosario Russo, Cristiano Maccagnani, Katia Maria Forte e Donatella Bovo.

Ora la palla passa alla Regione Veneto, con la sessione straordinaria del Consiglio Regionale previsto entro il mese di luglio dopo la convocazione da parte di 20 consiglieri regionali, con primo firmatario il consigliere Stefano Valdegamberi.

Per quanto riguarda l’iter legislativo di approvazione, l’istruttoria del pdl 342 si potrà concludere martedì 23 luglio prossimo, con il secondo passaggio nella 1° Commissione regionale Affari Istituzionali, dopo la prima riunione di esame del progetto di legge avvenuto il 7 maggio scorso, con presentazione avvenuta sempre tramite il consigliere regionale Stefano Valdegamberi.

In ogni caso l’approvazione del progetto indipendentista da parte del  del primo capoluogo di provincia e città più popolosa del Veneto (con oltre 253.000 abitanti) rappresenta una grande vittoria e un grande risultato anche per Plebiscito2013.eu, grazie all’azione portata avanti da Lodovico Pizzati e Mauro Marobin che qualche giorno fa hanno incontrato il sindaco di Verona Flavio Tosi per presentargli il progetto di indipendenza del Veneto.

Ora non ci sono più scuse per una rapida discussione e approvazione anche da parte del Consiglio Regionale, specie se consideriamo il fatto che  ogni ritardo nella indizione del referendum di indipendenza sarà salatissima, con un costo che per il Veneto equivale a 308 milioni di euro per ogni settimana in più che passiamo sotto il peggiore inferno fiscale del mondo.

Lodovico Pizzati, portavoce di Plebiscito2013.eu, ha così commentato la storica decisione del comune di Verona: “non l’avrei mai, e poi mai, detto un paio di mesi fa, ma ora e’ doveroso dirlo: se Tosi fosse a Venezia al posto di Zaia adesso avremo gia’ l’indizione del referendum per l’indipendenza del Veneto”.

Ufficio Stampa
Plebiscito2013.eu

4 risposte a “Tosi supera Zaia e accelera verso l’indipendenza: Verona approva sostegno al Plebiscito 2013”

  1. mmarco ha detto:

    Ottimo lavoro Lodovico !

  2. FabrizioC ha detto:

    Buono…intanto incassiamo…tosi pero’ non e’ al posto di Zaia…supportiamoli entrambi…

  3. cantineblues ha detto:

    Grande Lodovico!
    Il sostegno di Verona può innescare un fattore domino importante (sia per la visibilità della prima città del Veneto… sia per il peso politico della città amministrata dal segretario regionale della Lega Nord – Liga Veneta).
    Mi auguro che adesso anche per altri esponenti della lega sarà più difficile tergiversare…
    Siamo tutti con te!

    GENS UNIVERSA VENETI APPELLATI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: