VENEZIA PATRIA CELESTE

Print Friendly

Schermata 2013-09-29 alle 11.44.12Parliamoci chiaro, che il Veneto desideri l’indipendenza è cosa nota, molto nota, addirittura ovvia e, per chi vi abita, è quasi un sogno, una luce che brilla all’orizzonte e che, senza mai perdere brillantezza, rimane accesa ogni giorno ed ogni notte. A volte brilla di più, a volte si affievolisce, a volte quasi scompare, a volte sembra illuminare di speranza i cuori con le promesse di un nuovo giorno. Come cattolico, come ogni buon cattolico, anche se costretto a camminare nel fango di questo mondo, ho di fronte a me la speranza di entrare e vivere nella Patria Celeste.

Voi direte che esagero ma, rapportata alla sfera spazio-temporale, la Patria Celeste è per me la possibilità di vivere nella libertà di una Nazione Veneta indipendente. Vi sono infiniti motivi per non essere contenti della cittadinanza italiana, motivi economici, politici, religiosi e quant’altro, ma vi è un unico motivo per volere l’indipendenza veneta, quello di aver preso coscienza di non essere mai stati italiani; questa presa di coscienza è sempre più forte in me e sempre più coinvolgente l’intera società veneta che, anche se non riesce ad esprimersi ancora coralmente, raggiunge percentuali che toccano l’80% nell’individuare un percorso di distacco dall’Italia la propria speranza per un futuro economicamente migliore.

Le gabole costituzionali italiane di una Costituzione mai sottoposta a referendum lasciano il tempo che trovano di fronte ad una così diffusa volontà di indipendenza, così diffusa da poter essere sperimentata con una semplice domanda a qualsiasi persona si incontri nella nostra bella terra, io l’ho fatto e lo sto facendo in ogni ambiente da Verona a Rovigo, da Treviso a Vicenza, ovunque ove domando se si voglia un Veneto indipendente la risposta è immediata e spontanea: “MA CERTO CHE SI”, e sfido chiunque a fare la prova. Il Veneto è per tradizione liberale e cattolico, lascito nobile della Serenissima, traducibile in naturalmente intraprendente, anti-statalista e tendenzialmente alla ricerca del buon senso che va a comporre ogni esagerazione, pragmatico con fantasia come la PMI ha dimostrato nella propria capacità di produrre eccellenze e di venderle nel mondo intero ed in generale abituato a cercare di realizzare i propri sogni, con determinazione e senza cedere mai, una volta imboccato un percorso; “bareta fracà e pedalare” (berretto ben ficcato in testa e avanti a pedalare senza badare alla fatica) diciamo noi.

Questo percorso avviato con movimenti di pressione guidati da un gruppo di persone di buona volontà iniziò nel 2007 con la fondazione del PNV ed ha condotto all’approvazione in regione Veneto della Risoluzione 44 in cui il Consiglio si impegna ad avviare un percorso giuridico per avere l’alto patrocinio ONU in un Referendum nel Veneto che riguardi il Diritto all’Autodeterminazione del Popolo Veneto. Ulteriori sviluppi hanno visto protagonista un ulteriore progetto di legge presentato dal consigliere Stefano Valdegamberi per istituire un referendum consultivo nel Veneto che chieda ai veneti se vogliono costituirsi in Repubblica indipendente e con grande entusiasmo già 84 Comuni veneti hanno votato ed approvato a maggioranza nel loro consigli l’appoggio a questo percorso indipendentista. E’ interessante poi che il Governatore Zaia abbia riunito i Consiglieri a porte chiuse perché sia loro illustrata l’assoluta percorribilità della richiesta in sede Europea e che appoggi anche la fattibilità del Referendum consultivo. Ancora più interessante sarà conoscere la strada che Zaia vorrà percorrere, se quella di un impossibile ed anacronistico ritorno a tentativi di richieste di autonomia presso uno Stato centrale che ci sta letteralmente lasciando in mutande o quello, abbandonato ogni indugio, di appoggiare la volontà indipendentista dei veneti.

Alessandro Zerbinato

2 risposte a “VENEZIA PATRIA CELESTE”

  1. cossa te importeo al me nome grida al vent om veneto e sarò contento ha detto:

    OK

  2. ermanno ha detto:

    zaia li ha riuniti quando ?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: