VERONA 27 OTTOBRE: PRESSING PER L’INDIPENDENZA, AL VIA LA NUOVA INIZIATIVA PLEBISCITARIA

Print Friendly

CITTADINI E COMUNI VENETI TUTTI UNITI PER IL PLEBISCITO A VERONA

Verona 27 ottobre 2013
Ritrovo ore 14.30 da Piazza Arsenale (c’è il parcheggio)
Partenza ore 15 da Piazza Arsenale
Arrivo in Piazza Brà con comizio finale fino alle ore 17.30

mini_Locandina_VR_27102013

Clicca per ingrandire

Cittadini Veneti,

per ben due volte, il 30 luglio e il 17 settembre scorsi, il Consiglio Regionale del Veneto ha discusso e non ha deciso nulla in merito all’indizione del referendum per l’indipendenza del Veneto.
Ora la discussione è ritornata nella 1° Commissione Regionale Affari Istituzionali dove ancora oggi è stata rinviata a data da destinarsi, accampando motivazioni burocratiche poco serie e non oggettive.
I cittadini, le famiglie e le imprese venete stanno soffrendo ogni giorno di più, sotto i colpi della peggiore crisi socio-economica della nostra storia moderna, causata dallo stato italiano e che sta costringendo sempre più veneti alla disperazione e all’incubo di una nuova emigrazione di massa.

L’unica soluzione è l’indipendenza del Veneto. Per ottenerla serve la partecipazione di tutti i veneti. È necessaria un’azione di pressione civica e popolare, ordinata, democratica, ma ferma, che riporti il senno e risvegli il Veneto intero dal torpore.

Veneti, riuniamoci tutti, senza distinzione di appartenenza ideologica e di schieramento, domenica 27 ottobre a Verona, per una manifestazione alla quale sono invitati a partecipare i rappresentanti degli oltre 100 comuni veneti che hanno sollecitato la Regione Veneto ad indire il Plebiscito per l’indipendenza del Veneto.

Nell’occasione sarà lanciata una nuova iniziativa plebiscitaria che vedrà i comuni stessi farsi portavoce dell’indizione di referendum comunali per l’indipendenza. Lanceremo la nuova iniziativa plebiscitaria straordinaria, a costo zero, nella piena legittimità internazionale e senza violare alcuna legge dello stato.

Dato l’immobilismo della Regione Veneto, la forza del Popolo Veneto partirà direttamente dai Comuni Veneti, espressione più autentica della sovranità popolare, grazie a un’elezione diretta che legittima i consigli comunali e i sindaci come rappresentanti più autentici della cittadinanza.

Diamo loro forza, partecipando numerosi con il nostro glorioso gonfalone di San Marco, la nostra Bandiera Veneta che ci unisce tutti senza distinzione.

Parteciperemo con un corteo, che partirà da Piazza Arsenale alle ore 15 (ritrovo ore 14.30, c’è anche un parcheggio per chi arriva in auto) e arriverà a Piazza Bra, dove dalle 16 alle 17.30 si terrà il comizio finale, con presentazione della nuova iniziativa plebiscitaria dei comuni veneti per l’indipendenza del Veneto.

Partecipiamo numerosi! Mostriamo al mondo il nostro grande cuore veneto!

Gianluca Busato
Plebiscito2013

Percorso del corteo


Visualizzazione ingrandita della mappa

8 risposte a “VERONA 27 OTTOBRE: PRESSING PER L’INDIPENDENZA, AL VIA LA NUOVA INIZIATIVA PLEBISCITARIA”

  1. pierino ha detto:

    i comuni che han approvato solo per democrazia non possono partecipare ad una manifestazione che è in pratica il voto SI….

  2. CrisV ha detto:

    Io parteciperò ! 🙂

    Credo che nei momenti che contano, si vedano gli uomini migliori e caratterialmente dotati.
    Sarei un po’ stufo di ascoltare piagnucolosi connazionali Veneti che si lamentano senza agire, oppure ( peggio ancora ) confidando di cambiare le cose, migliorando le loro disavventure e quelle di milioni nelle loro condizioni, con quella patetica X sulla preferenza elettorale.

    TIRATE FUORI GLI ATTRIBUTI !!! SE LI POSSEDETE !!!

    Il Parlamento centralista è ricolmo di avvocati, professori, giudici in pensione, funzionari di partito ( specialmente di sinistra ) e adesso, assieme al deludente e voltagabbanesco partito dei grillini, che pare caratterizzato da una discreta farcitura di fannulloni incapaci, che preferiscono ideologicizzare, in perfetta contraddizione del proprio programma, l’aiuto a persone che nessuno ha richiesto nella nostra terra, anzichè a milioni di famiglie autoctone, ridotte in povertà e disperazione, da questa gente che siede nei posti di potere romanocentrico e da speculatori internazionali privi di scrupoli.

    Questa sembra la nazione con il maggior numero di laureati in giurisprudenza nelle due Camere di potere, eppure abbiamo una delle peggiori giustizie al mondo, sotto addirittura al Vietnam, Zimbawe, Uganda e al Gabon. ( 164° posto, processo medio civile di primo grado oltre 7 anni, data deposito sentenza )
    Eppure avvocati e giudici, dati alla mano, costano a chi si rivolge alla giustizia, più dell’analogo ma efficiente sistema giudiziario americano, o canadese.

    Volete saperne una che difficilmente troverete sui giornali ?
    Le multinazionali, minacciano di formulare le loro controversie giudiziarie nello stivale, anche se hanno torto, puntando proprio sulla lentezza abnorme della macchina legale stivaliera.

    Verona e soprattutto Vicenza ( province ) fanno da sole quasi il 70% di tutti i comuni Veneti aderenti al Plebiscito per l’Indipendenza ! ( proposta legge 342 )
    Maglia nera : Rovigo e Belluno ( province )
    Rovigo ha addirittura un presidente di partito indipendentista e conta un solo comune aderente.
    Belluno nonostante la strage del Vajont e le famiglie colpite che a distanza di 50 anni debbono ancora ricevere gli indenizzi dal centralismo stivaliero, sembra ottenere un unico primato, con Castellavazzo quale primo comune firmatario della 342 e unico comune indipendentista di questa provincia, che a quanto pare adora Roma e i suoi centralismi.

    Questa del 27 ottobre, sarà un’occasione unica per dimostrare quanto vale il popolo Veneto e il suo disagio nel vedere una regione che nicchia, una lega che dorme, uno stato ferocemente nemico e prevaricatore.

    Verona è un crocevia importantissimo non solo verso la Lombardia, ma particolarmente verso i prosperi confinanti Stati ( Svizzera se consideriamo il corridoio trentino-AA e Austria ).
    Chissà che il 27 non arrivi anche un esponente di queste due nazioni per spiegarci il perchè i nostri imprenditori, assieme a quelli Lombardi, a migliaia, trasferiscano le loro attività in quelle due favorevoli realtà economiche.

    Venite numerosi il 27, giorno notoriamente di paga, ma soprattutto smettetela di lamentarvi e magari di scaricare parte delle vostre colpe, a chi in Plebiscito muove attivamente mani e gambe, chiedendovi in cambio solamente di partecipare.

    Voglio proprio vedere di che pasta sono fatti gli indipendentisti veronesi.
    Qualcuno non mi venga poi a raccontare : ” ma il mio partito mi chiede di partecipare solo alle sue manifestazioni ”
    Perchè in questo caso la mia risposta sarebbe lapidaria :
    ” Tu hai un carattere proprio, degli attributi personali, oppure sei solamente un burattino imbelle, nelle spregiudicate mani di tiranni oppressivi ” ?

    Impariamo a dimostrare la dignità di Veneti VERI, di fronte al nostro peggiore avversario !!!

    Ad maiora.

    CrisV 🙂

  3. caterina ha detto:

    benissimo, 27 ottobre tutti a Verona!!!
    ora basta tergiversare e trastullarsi a Venezia tra una commissione e l’altra, inventando centomila cavilli pretestuosi per non far niente per il popolo, che urla con la voce già di centonove comuni e due province l’urgenza di un cambiamento di rotta!
    Il popolo Veneto è l’unico detentore della sua sovranità! sarà lui a decidere per se stesso!
    Basta perdere energie a chiedere che cosa che invece ha? a quale scopo sono inviati i consiglieri strapagati in Regione? ad essere i burattini tirati da fili comandati da Roma? ad essere i servi di uno stato padrone che si arroga il diritto di vessare i sudditi ingabbiati nelle trame della sua burocrazia?
    Alziamoci in piedi e diciamo: BASTA!
    Tutti a Verona per guardarci in faccia e decidere dal basso:
    REFERENDUM!
    perchè tutto il mondo sappia che il Veneto c’è e vuole nuovamente essere il protagonista del proprio destino!

    Quanto sopra l’ho anche inviato stamattina sul sito di IV dopo aver letto l’incontro dei sindaci a Camposampiero…
    I Sindaci sono il baluardo della democrazia…loro lottano con la gente perchè ne conoscono le ansie e le difficoltà in cui si dibatte ogni giorno!
    Stringiamoci intorno a loro di qualsiasi partito o gruppo siamo, senza divisioni, saremo la forza del Veneto che decide!
    ricordiamoci che Referendum è democrazia vera, non un sogno!
    è il diritto di decidere per noi stessi e i nostri figli!

  4. […] prossimo 27 ottobre a Verona, senza distinzione di idee o di parte, tutti i Veneti e tutti i Comuni Veneti sono chiamati a […]

  5. […] veneti che si terrà a Venezia presso l’hotel Amadeus sabato pomeriggio 26/10 e con il Pressing per l’indipendenza in programma invece a Verona il pomeriggio di domenica 27 […]

  6. […] giorno seguente, la domenica pomeriggio del 27 ottobre, l’appuntamento è invece a Verona, con un’iniziativa di pressing in merito all’indizione di una consultazione popolare tra i […]

  7. […] dagli eventi clou organizzati da Veneto Business e Plebiscito2013 a Venezia sabato 26 ottobre e a Verona domenica 27 ottobre, Plebiscito2013 pubblica in anteprima TUTTE le relazioni dei giuristi membri della Commissione […]

  8. […] giorno seguente, la domenica pomeriggio del 27 ottobre, l’appuntamento è invece a Verona, con un’iniziativa di pressing in merito all’indizione di una consultazione popolare tra i […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: